Pagine

martedì 4 novembre 2014

Libri non finiti

Ci sono libri cominciati e mai finiti. Scommetto che ce n'è almeno uno nella libreria di ogni lettore. Nella mia ce ne sono tanti. Ho sempre cercato di non pensarci. Perché mi fido dei libri e odio quando compro un libro che poi non mi piace. In alcuni casi si tratta anche di libri famosi o "importanti"...ma non ho mai trovato un vero motivo per continuare a leggerli.
Ecco i libri che mi hanno dato tantissimo filo da torcere:

  • David Copperfield di Charles Dickens, una pesantezza incredibile, in tutti i sensi...
  • Moby Dick di Herman Melville; avevo cominciato con le migliori intenzioni e mi stava anche piacendo ma poi mi sono arenata al capitolo della descrizione delle balene...è un manuale di cetologia o un romanzo?
  • La città e la metropoli di Kerouac; l'incipit è meraviglioso ma la storia è di una noia mortale, è un libro che parla di tutto e di niente...poi dopo aver letto On the road ed essermi arenata anche lì ho capito che Kerouac non fa per me.
  • Tutti i racconti del mistero, dell'incubo e del terrore di Poe; mm qui mi limito a dire che non è il mio genere.
  • Il diario del vampiro di Lisa Jane Smith; 10 romanzi in un unico volume. Ne ho letti circa 7, e poi mi sono fermata stremata dalla scrittura infantile e dalla piattezza della storia.  

1 commento: